GISE Informa

Documento di Consenso TAVI, pronto l’update

L’update del Documento di Consenso sui Requisiti per Operatori e Centri TAVI è pronto per la pubblicazione. A sette anni dalla prima edizione, sotto la lungimirante guida del Presidente Tarantini, i principali esponenti della cardiologia interventistica strutturale hanno lavorato alla rivisitazione dei contenuti, in un’ottica che coniuga le esigenze specifiche del nostro territorio con le tendenze internazionali. L’esigenza di armonizzare le indicazioni delle linee-guida degli organi ufficiali con le caratteristiche e le criticità delle singole realtà nazionali è comune a vari paesi. In questo contesto, il GISE si fa non solo portavoce delle necessità della cardiologia interventistica italiana ma anche promotore della sua continua crescita. Tra le principali novità del Documento:

  • la ridefinizione dei requisiti strutturali e dei livelli minimi di attività per i centri TAVI
  • la descrizione del percorso di formazione per operatori e proctor
  • la possibilità di creare network territoriali tra centri TAVI (hub) e centri non TAVI per garantire all’utenza la massima efficienza nella erogazione delle cure
  • l’individuazione dello specifico percorso di formazione per gli operatori provenienti da centri non TAVI
  • l’identificazione delle competenze e delle figure professionali coinvolte nelle varie fasi della procedura, dalla selezione del paziente alla gestione del follow-up

In linea con la pratica europea, il Documento sancisce il ruolo fondamentale dell’Heart Team come cardine per la scelta della strategia terapeutica ottimale per i pazienti affetti da stenosi aortica severa. Il Documento, disponibile a settembre sul Giornale Italiano di Cardiologia e distribuito, in versione rieditata, nel corso del 39° Congresso Nazionale, è visibile in anteprima per tutti i Soci GISE nell’area cloud di questo sito, accessibile con le credenziali personali.