GISE Informa

Rome Peripheral Intervention: “In Italia solo il 37% dei pazienti è trattato con tecniche all’avanguardia”

In Italia sono ancora poche le Stroke Unit dove trovare le terapie migliori per trattare l’ictus, che tuttora colpisce oltre 100 mila italiani ogni anno: ne servirebbero 300 in tutto il Paese e ce ne sono solo 190 (la maggior parte al Nord). Così oggi meno della metà delle persone colpite da ictus riceve cure adeguate e tempestive e meno del 40% viene trattato con la trombectomia intracranica, l’intervento più all’avanguardia per la riapertura dei vasi occlusi. La denuncia arriva dal GISE durante la prima edizione del convegno Rome Peripheral Intervention, che si è svolto a Roma il 17 e 18 giugno, organizzato dal Prof. Giovanni Esposito e dal Prof. Eugenio Stabile, Direttori del corso.

Vedi la rassegna stampa (Area Press accessibile con le credenziali)