EAPCI Position Statement on Invasive Management of Acute Coronary Syndromes during the COVID-19 pandemic

Il mantenimento degli alti livelli diagnostici e terapeutici nel trattamento dei pazienti con patologie cardiovascolari durante l’attuale emergenza sanitaria è alla base del documento rilasciato dalla Società Europea di Cardiologia Interventistica, in collaborazione con la Società di Terapia Intensiva Cardiovascolare. I diversi aspetti della gestione dei pazienti cardiovascolari vengono trattati, sia in funzione della prevenzione dell’infezione da coronavirus (COVID-19), sia in relazione alle problematiche cardiovascolari nei pazienti che risultano positivi. Il documento prende l’avvio dalla necessaria riduzione dei ricoveri elettivi, basata sulla stratificazione del rischio e l’identificazione dei pazienti stabili. Viene discusso il ruolo dei markers di necrosi miocardica nei pazienti COVID-19 e i vari scenari clinici delle sindromi coronariche acute, sottolineando la necessità di garantire la riperfusione in tempi brevi quando indicata e posticipando il trattamento interventistico negli altri casi, dopo l’esecuzione dei test diagnostici per escludere l’infezione virale. Viene sottolineato il ruolo dei sistemi di supporto meccanico e la riorganizzazione della rete “hub and spoke”, oltre alla creazione di percorsi dedicati nei dipartimenti d’emergenza e nelle divisioni ospedaliere. Il documento si conclude con le misure di prevenzione nel cath lab, indicando le procedure per il trattamento in sicurezza dei pazienti e degli operatori.

Offerte di lavoro